Loading...

Livellostati a vibrazione

Gli Indicatori di livello a vibrazione sono adatti per rilievi di stati di livello in liquidi, in solidi polverulenti e di solidi in liquidi, per rilevare solo stati di livello.
Le sonde a forcella sono preferibili nelle applicazioni su liquidi puliti e solidi polverulenti molto fini, mentre le sonde ad asta, lamina e membrana, sono preferibili su liquidi sporchi e viscosi, e solidi polverulenti fini. 
Si compongono di una sonda che, fatta vibrare alla sua naturale frequenza di risonanza in aria, varia la frequenza di vibrazione in presenza del liquido o solido da rilevare. 
Tale variazione di frequenza viene rilevata da un secondo elemento piezoelettrico che, tramite un circuito rilevatore e amplificatore, aziona un relè finale ad una eventuale segnalazione visiva di allarme. 
 
I sensori di livello a vibrazione possono essere installati verticalmente o lateralmente al serbatoio da rilevare e non necessitano di taratura.
La sonda di misura viene fatta vibrare alle ...
Gli Indicatori di livello a vibrazione sono adatti per rilievi di stati di livello in liquidi, in solidi polverulenti e di solidi in liquidi, per rilevare solo stati di livello.
Le sonde a forcella sono preferibili nelle applicazioni su liquidi puliti e solidi polverulenti molto fini, mentre le sonde ad asta, lamina e membrana, sono preferibili su liquidi sporchi e viscosi, e solidi polverulenti fini. 
Si compongono di una sonda che, fatta vibrare alla sua naturale frequenza di risonanza in aria, varia la frequenza di vibrazione in presenza del liquido o solido da rilevare. 
Tale variazione di frequenza viene rilevata da un secondo elemento piezoelettrico che, tramite un circuito rilevatore e amplificatore, aziona un relè finale ad una eventuale segnalazione visiva di allarme. 
 
I sensori di livello a vibrazione possono essere installati verticalmente o lateralmente al serbatoio da rilevare e non necessitano di taratura.
La sonda di misura viene fatta vibrare alle frequenze tipiche di: 
400 Hz per i liquidi 
80-160 Hz per i solidi polverulenti 
da un elemento piezoelettrico alla frequenza di risonanza in aria. 
Un aumento del livello, tale da lambire la sonda di misura, provoca una variazione della frequenza di vibrazione, di circa il 20 %, rispetto quella di risonanza in aria.
Tale variazione di frequenza viene rilevata da un secondo elemento piezoelettrico che, tramite un circuito rivelatore e amplificatore, aziona un relè finale ed una eventuale segnalazione visiva di allarme. 

Vantaggi:
Non necessitano di taratura
Buona ripetibilità
Adatti per liquidi puliti e sporchi, e per solidi polverulenti fini anche in liquidi